Tag: visualizzazione


Numero 1: Non ottenere abbastanza rifornimento narcisistico
Se un narcisista sta esaurendo la fornitura, il che significa l’attenzione che permette di sentirsi significativi ed esistere, allora un vuoto fastidioso e l’ansia cominciano a ribollire dentro.
Ed è ovvio. Vedrete la netta differenza rispetto a quando un narcisista vola in alto come un aquilone con una scorta narcisistica (attenzione) sufficiente a nutrire il suo ego insicuro ed esigente, e quando invece non viene nutrito e l’oscurità e gli sbalzi d’umore diventano evidenti.
Questa è la zona di pericolo, dove il narcisista può rivoltarsi contro di te o deve abbandonare la scena, scappando per accedere alla tanto necessaria fornitura fuori nel mondo nel tentativo di sfuggire ai sentimenti interiori auto-annientanti dell’Essere Interiore difettoso e profondamente insicuro.

Numero 2: Persone che non credono al suo essere Autorità
I narcisisti hanno bisogno che le persone li credano speciali, di talento e di conoscenza.
Possono subire un grave danno narcisistico se qualcuno che ha più esperienza e conoscenza di loro entra in una conversazione e cercano di prendere il sopravvento e di non lasciare che l’altra persona parli o cambi argomento.
Se questo non è possibile, se ne andranno. Poi, naturalmente, in seguito, smonteranno la credibilità di questa persona.

Numero 3: Che tu sia felice
Questo è insopportabile per un narcisista e lo fa sentire morto dentro.
E’ poi un ulteriore insulto per il narcisista se la tua gioia ha a che fare con qualcuno o qualcosa di diverso dal narcisista stesso.
Il narcisista crede di dover essere il centro del tup universo. E, come osi essere felice, quando il narcisista non può esserlo?
Lui o lei farà di tutto per portarti via qualsiasi sensazione positiva.

Numero 4: Il tuo successo
I narcisisti pensano di dover essere solo loro a ricevere tutti i consensi, l’attenzione e i riconoscimenti.
Lui o lei è patologicamente geloso e invidioso se un altro/a riceve un riconoscimento.
È probabile che punisca chi ritiene abbia preso un po’ di ciò di cui hanno bisogno per sopravvivere – l’essere preziosi e significativi.

Numero 5: Se altri sono più attraenti di loro
I narcisisti, a causa della loro versione delirante di sé, credono di essere la persona più desiderabile che esiste.
Se qualcun altro si presenta con un aspetto o una personalità che attira l’attenzione, il narcisista sarà furioso e cercherà di umiliarlo il più possibile.
Potrebbero volutamente tenere i loro partner lontano da tale persona, a causa delle loro insicurezze.

Numero 6: Avere dei limiti imposti
I narcisisti odiano i confini. Odiano che gli si dica cosa fare, perché ritengono che questo sia un controllo intollerabile.
Gli piace essere completamente irresponsabili nei confronti degli altri. Essere come una persona normale è per loro un orrore terribile.
Sono una legge a sé stessi: credono di poter avere ciò che vogliono, quando vogliono, come vogliono. E che nessuno si permette di dire qualcosa di diverso!

Numero 7: Essere interrogati
Il narcisista crede di essere irreprensibile.
Come osi interrogare il narcisista in qualsiasi forma? Crede che si debba permettere loro di fare tutto ciò che vogliono, senza alcun dubbio.
Se interrogate un narcisista, cosa che naturalmente farete, allora vi troverete di fronte a meccanismi di difesa estrema, rabbia o abbandono.
Un narcisista non lo tollererà, figuriamoci incontrarvi ragionevolmente per risolvere le cose.

Numero 8: Essere esposti
Se, quando il narcisista cerca di incasinarti, ti sei guarito da qualsiasi paura, senso di colpa o terrore di persecuzione e porti con calma e chiarezza i fatti, questo lo rende incredibilmente inquieto.
Una volta che porti le cose alla luce e le esponi, i narcisisti si raggrinziscono proprio come i vampiri quando vengono esposti a una fonte luminosa.

Numero 9: Rifiutarsi di essere risucchiati
Quando si conosce e si mantiene il proprio valore, e non importa cosa il narcisista cerchi di fare, non si soccombe e non ci si permette di essere di nuovo un rifornimento narcisistico – il narcisista lo percepirà come un enorme insulto.
Perché non cedi più al fascino?
Perché credi di meritare di meglio o di poter vivere senza di lui/lei?
Tutte queste domande tormentano orribilmente un narcisista, privandolo della sua importanza.

Numero 10: Essere ignorati
Essere ignorato procura un incredibile danno all’ego di un narcisista quando viene ignorato.
Quando si diventa “anti-paura” come risultato del lavoro sul proprio Sé interiore per avere nessuna reazione emotiva interiore, allora non si è più interessati ai giochi, alla spazzatura e ai giochi di potere.
Ti staccherai e ti rifiuterai di alimentarli.
Senza la tua paura, l’ansia e il crepacuore come energia per continuare ad alimentarsi e a ferirti, il narcisista finisce il carburante.
Lui o lei si sente impotente e odia il tuo non esserne più vittima. Dovrà per forza rivolgersi altrove.

Numero 11: Il tuo fiorire
L’insulto più grande per un narcisista è vederti ricostruire la tua vita, andare avanti e creare più successo e felicità di prima. Infatti crede di devastare per sempre la tua vita, cosa che lo fa sentire davvero importante.
Ma tu puoi guarire e rifiorire

_______________________________________________________________________________
Number 1: Not Getting Enough Narcissistic Supply
If a narcissist is running low on supply, which means the attention that allows them to feel like they are significant and exist, then a gnawing emptiness and anxiety starts to bubble up from within them.
And, it is obvious. You will see the stark difference to when a narcissist is high as a kite with enough narcissistic supply (attention) to feed his or her insecure and demanding ego, and when he or she is not being fed supply how a darkness and moodiness becomes apparent.
This is the danger zone, where the narcissist can turn on you or must abandon the scene, escaping to access much-needed supply out in the world in an attempt to escape the self-annihilating inner feelings of the defective and deeply insecure Inner Being.

Number 2: People Not Believing They Are an Authority
Narcissists need people to believe that they are special, talented and knowledgeable.
They can suffer big time narcissistic injury if someone who has more experience and knowledge than they do, enters a conversation.
They may try to take over and not let the other person speak or change the subject.
If this is not possible, they will leave. Then, of course, dismantle this person’s credibility afterwards.

Number 3: You Being Happy
This is such a reminder to the narcissist that you are able to access and experience good feelings, whereas he or she feels dead on the inside.
This is an added insult to the narcissist if your good feelings are to do with someone or something other than the narcissist.
The narcissist believes that they should be the centre of your universe. And, how dare you be happy, when the narcissist can’t be.
He or she will do anything to take away your good feelings.

Number 4: You Being Successful
As far as the narcissist is concerned, it is they who should be receiving all the acclaim, attention and accolades.
He or she is pathologically jealous and envious if you receive any recognition.
It is likely that you will be punished for taking away some of what narcissists need to survive – precious significance.

Number 5: Others Being More Attractive Than Them
Narcissists, due to their delusional version of self, believe that they are the most desirable person going.
If someone else turns up commanding attention for their looks or personality, then the narcissist will be furious and will attempt to demean them as much as possible.
They may purposefully keep their partners away from such a person, because of their horrific insecurities.

Number 6: Having Limits Imposed
Narcissists hate boundaries. They hate being told what to do, as they feel like this is intolerable control.
They like to be completely non-accountable to others. To be like a normal person feels like a terrible horror to them.
They are a law unto themselves. Narcissists believe they should be able to have what they want, when they want, how they want. And how dare anybody tell them any differently!

Number 7: Being Questioned
The narcissist believes that he or she is beyond reproach.
How dare you question the narcissist in any shape or form? They believe that you are supposed to allow them to do whatever they want to do, without question.
If you do question a narcissist, which of course you will, then you will be met with extreme defence mechanisms, rage or abandonment.
A narcissist will not tolerate it, let alone meet you reasonably to work things out.

Number 8: Being Exposed
If, when the narcissist tries to mess with you, you have healed yourself from any fear, guilt or terrors of persecution and just calmly and clearly bring facts to the table, it makes them incredibly uneasy.
This is especially true when you bring other people’s attention to the conversations and interactions.
A narcissist can’t mess with you unless you allow them to drag you into the shadows.
Once you stand tall and true and bring things out into the bright light of exposure, a narcissist will shrivel up as much as a vampire does when a big bright light is shone on them.

Number 9: You Refusing to be Hoovered
When you know and hold your value, and no matter what the narcissist tries to do, you do not succumb and allow yourself to be narcissistic supply again – the narcissist will perceive it as a huge insult.
Why aren’t you caving in to the charms anymore?
Why do you believe you deserve better or that you can live without them?
All of these questions plague and haunt a narcissist horrifically, and strip them of their self-importance.

Number 10: Being Ignored
There is an incredible ego injury that happens to a narcissist when he or she is ignored.
When you become “anti-fear” as a result of doing the work on your Inner Self to have zero emotional inner triggers, then you are no longer interested in the games, rubbish and power plays.
You will detach and refuse to feed them supply anymore.
Without your fear, anxiety and heartbreak as the energy to keep powering up and hurting you, the narcissist runs out of fuel.
He or she feels powerless and despises that you cannot be affected anymore. The narcissist will and must take their nastiness and manipulation to somebody else to get a feed.

Number 11: You Thriving
It is the greatest insult to a narcissist that you have been able to let go, rebuild your life, move on and create more success and happiness for yourself than you ever had previously.
The narcissist believes that you should have been forever affected, and completely devastated and desecrated for life. It makes him or her feel oh so important!
What is so wonderful about this community is that these old outcomes (personal unhealable devastation), which sadly were often the case for people who have been narcissistically abused, are now firmly a thing of the past.
You can Thrive.
You can prosper.
You can experience a better life than you ever have before.

Forse abbiamo sbagliato tutto! Quando andiamo oltre la paura ed entriamo nella curiosità scopriamo che la malattia è la saggezza del corpo che agisce nel proprio modo straordinariamente personale.
Ci sono le etichette: depressione, cancro al seno, Hashimoto … Non sono solo parole, hanno potere perché sostenute culturalmente da convinzioni legate ai segni e ai sintomi osservati. C’è un elenco che viene continuamente diffuso e che continuiamo a imparare di cosa attiva la paura.
Perché è un problema preoccuparci? Preoccuparci ci fa davvero ammalare?

Conosciamo l’effetto placebo, cioè guarire con una pastiglia di zucchero o grazie a una relazione. Esiste però anche l’effetto “nocebo”: l’essere danneggiati dalle proprie aspettative in base al potere delle convinzioni. Per esempio, se siamo convinti che un farmaco non ci farà bene perché abbiamo visto che faceva male a persone che conosciamo potremmo avere più effetti collaterali.
Quindi, le nostre convinzioni condizionate culturalmente sul danno e la nostra vulnerabilità possono condizionare la nostra fisiologia. Potrebbe essere allora che l’esperienza della paura abbia seminato i sintomi che eventualmente verranno diagnosticati come malattia?

In realtà sappiamo dagli anni ‘90 della psico-neuro-immunologia, cioè dei collegamenti fra sistema immune psiche e cervello.

Se pensiamo che sintomi e malattie hanno un significato e che il corpo ha una saggezza innata, dobbiamo smettere di combattere e di vederci come vittime che dipendono da un sistema nel quale le risposte sono fuori di noi.

Tendiamo a credere che la depressione, e tutte le malattie mentali, siano conseguenza di uno squilibrio chimico nel cervello e che quindi vadano curata con i farmaci. Ma se continuiamo a interferire e a combattere il corpo teniamo viva una lotta E non possiamo vincere una battaglia contro noi stessi!

Allora potremmo chiederci quali sono le sue radici del sintomo o malattia e considerare i sintomi come messaggeri e non nemici. Questo permette un’apertura a una nuova relazione con se stessi e importanti trasformazioni.

Se la paura è la malattia qual è la cura? Potrebbe essere un nuovo modo di vedere le cose, generando e sperimentando fiducia nel corpo e nel percorso, attraverso le nostre convinzioni, I nostri vissuti e I nostri esiti. Possiamo scegliere di portare la curiosità nella sfida della malattia e della cura, di sostenere il corpo invece di interferire con esso E di permettere al nostro se più vero di emergere.
L’esperienza della malattia è così profondamente significativa proprio perché permette di mostrare la nostra vera identità. Abbracciamola, perché tutto quello che abbiamo desiderato sta dall’altra parte della paura.

cuore-300x295

Riassunto e da tradotto dl sito della psichiatra Kelly Brogan

Fear Is The Sickness

1) Accrescendo la consapevolezza dei nostri bisogni
Riconoscere ed entrare in contatto con i propri reali bisogni.

2) Prendendoci cura del corpo.
 Sosteniamo il riequilibrio e l’armonia con la respirazione, la visualizzazione e la meditazione, oltre con la bioenergetica

3) Riprogrammando l’attività mentale

4) Riconoscendo le nostre emozioni

5) Coltivando rapporti umani caldi e supportivi, basati sulla fiducia e sull’empatia.

6) Liberando la creatività

7) Esprimendo quello che sentiamo

8) Accentando noi stessi, smettendo di criticarci

9) Rilassandoci, facendo contatto profondo con noi stessi 


10) Prevenendo
 lo sviluppo delle malattie valorizzando ciò che siamo ed occupandoci del proprio benessere.

Le visualizzazioni guidate sono ormai usate in moltissimi ambiti. Per esempio, si possono usare per rilassamento guidato, per la riduzione dello stress ( tipico della mindfulness), per rafforzare l’autostima e attivare di nuovi modi di pensare. Possono persino incoraggiare un percorso di guarigione da sintomi e malattie e aiutare a ridurre il dolore come testimoniano moltissimi autori, fra cui l’oncologo Carl Simonton. A questo proposito ho scritto il capitolo del libro “Le radici della spiritualità” che s’intitola “Spiritualità e salute”. Potete trovare il libro sul sito www.ilmiolibro.it che contiene diversi testi di visualizzazioni di guarigione.

Proprio per farti sperimentare la loro efficacia,  è a disposizione la mia meditazione guidata “Rilassamento e contatto” che aiuta a riprendere contatto con sé stessi e a sciogliere tensioni e paure. Incoraggia anche la reazione con il bambino interiore, una parte di noi che ha spesso bisogno di attenzioni e cure.

Mandami una mail a renata@renatafumi.it così posso inviartela.

Guided visualizations and meditations can be used in so many ways! They can help to relax, overcome anxiety and stress, reduce pain, face difficult situations and events, even encourage self healing.

If you’d like to try it write to me at renata@renatafumi.it and I’ll send you my “Breathing and healing” audio.

Spesso abbiamo bisogno di dare spazio al nostro bisogno d’amore, di contatto e di espressione libera, per esplorare una strada migliore verso l’unità e l’armonia. Avendo imparato molto presto a limitare la nostra vitalità ed a creare barriere contro le emozioni: con il tempo, rischiamo di non sapere più chi siamo davvero e di vivere dominati inconsciamente dalla paura e dai sensi di colpa.
Recenti studi hanno mostrato che molte malattie insorgono perché gli stati d’animo di sofferenza possono alterare completamente il funzionamento biologico. Al tempo stesso, si è anche visto che stati di benessere possono riportare al corretto funzionamento i processi fisiologici alterati. Pertanto le emozioni sono decisive per il funzionamento del sistema immunitario, di quello endocrino e di quello neurovegetativo e, allora, la nostra salute fisica potrebbe dipendere da quella emotiva.

In questo workshop entreremo in contatto con il corpo e alla sua energia con gli esercizi della bioenergetica. Poi, per cominciare a lasciar andare la paura che c’impedisce di vivere davvero, useremo le visualizzazioni guidate e la voce. Infatti le vibrazioni prodotte dal suono funzionano da ‘massaggio psichico’, liberano l’intuito e la creatività, rafforzano il senso d’identità e le capacità di autoaffermazione.

psicofestival-480x280