Blog di Renata Fumi Psicoterapeuta

7 modi per disintossicarsi dai narcisisti

0


Essere infiltrati da un narcisista è letteralmente come essere avvelenati.
Non solo ti senti come se la tua forza vitale venisse risucchiata fuori da te, ma anche come se avessi dell’inchiostro nero scuro e appiccicoso che permea ogni parte del tuo essere. C’è anche una sensazione simile a schegge di vetro calde che ti scorrono nelle vene e nebbia cerebrale, panico e depressione mentre lotti per credere che puoi recuperare la tua Anima e la tua vita.
Far uscire un narcisista dalla tua vita è più complesso che dire semplicemente “addio! La separazione fisica non è sufficiente. Nemmeno lo spazio fisico lo è. A volte non è possibile ottenere quello spazio, a causa della custodia condivisa, o del narcisista che vive nelle vicinanze.
Quello che è vitale per far uscire un narcisista dalla mente, dal corpo e dall’anima è disintossicarsi da loro. Completamente, dall’interno verso l’esterno.
In questo articolo molto importante vi presento sette modi potenti che è possibile disintossicarsi dal narcisista, in modo che letteralmente lo epuri dal cuore, dalla mente e dalla tua vita.

Numero 1 – Lasciar andare

Più facile a dirsi che a farsi, direte voi! E sono d’accordo, lo è.
Voglio dirtelo dal profondo del mio cuore, “lasciar andare” è il primo potente passo per disintossicarti.
Cosa significa veramente “lasciar andare”? Significa riconoscere che questa persona ti sta distruggendo e non può rimanere nella tua vita, quindi hai bisogno di staccarti.
Lasciar andare è un potente atto d’amore verso se stessi.
È difficile perché tutto dentro di te ti urla di non farlo. Vuoi giustizia. Vuoi un riconoscimento. Vuoi ritenere questa persona responsabile. Vuoi che paghi per il danno che ti ha fatto.
Capisco tutto questo, ed è completamente giustificabile. Eppure, rimanere aggrappati porta più tossicità e veleno in ogni aspetto della tua vita. Ti incastra con il narcisista, mentre lui o lei estrae da voi la sua fornitura narcisistica, continua a punirti, ti tiene all’amo, e risucchia sempre più la tua forza vitale.
Questo è il motivo per cui ogni volta che un narcisista tenta di riavvicinarsi con un commento, un insulto, un’accusa, una dichiarazione da vittima “povera me”, una tattica per innescarti, e infangarti e ferirti, devi dire – “Basta!
Ma sappi che il tuo “Basta” non è “parlato”. Infatti, a volte le semplici parole sono controproducenti. Specialmente con i narcisisti – questo non fa altro che alimentarli con ulteriore energia e attenzione.
Le azioni significano molto più delle parole. Il tuo “Basta” deve essere “Non parteciperò più con te”. Qualsiasi parola, messaggio, riconoscimento o risposta al narcisista è fornitura narcisistica. Lo alimenta con l’attenzione emotiva e l’energia che permette di continuare a far del male.
Quindi come si fa a dimostrare “Non parteciperò più con te”? Facendo proprio questo … non partecipando più – e poi continuando con i passi seguenti.

Numero 2 – Girati verso l’interno per sostenere te stesso

Voglio farti capire che un narcisista è una falsa fonte. Stavi o stai cercando di ottenere gentilezza, decenza, comprensione, convalida, ammenda, sostegno e umanità da questa persona. Ma ogni volta che cerchi di ottenerlo da questa persona, essa non fa altro che aggredirti più duramente.
Questo ti sta spingendo all’atto finale del lasciar andare che è il farsi partner di se stessi, restituendo potere e verità alla tua essenza, concedendoti gentilezza, decenza, sostegno e umanità.
All’inizio questo sembra orribile. Avendo sofferto il trauma dell’abuso narcisistico, ti senti ansiosa, disgregata e dissociata da te stessa, al punto che essere soli con il proprio trauma può sembrare assolutamente insopportabile.
Infatti, la tua vera essenza si sente ora spezzata e terrorizzata. E ha bisogno di te, della tua gentilezza amorevole e del sostegno che hai cercato fuori da te ma che solo tu ti puoi dare.
Infatti, quando ti rivolgi verso l’interno con integrità, dedizione e amore dicendo: “Tesoro, io sono qui per te. Mi dispiace tanto di aver cercato di ottenere fonti esterne per amarti e guarirti. Ti amo, ti abbraccerò e ti aiuterò a guarire e ti prometto che non me ne andrò mai più”, per quanto traumatizzato sia, comincerà a calmarsi sapendo che FINALMENTE ti sei mostrato.
Questo è l’inizio della tua riconciliazione con te stesso.

Numero 3 – Resistere alla cattiveria del narcisista

Ci sono alcune sfide specifiche lungo la strada quando ci si disintossica da un narcisista.
Il numero tre è vitale. Lasciare un narcisista è diverso dal solito strazio della fine di una relazione normale. Ci sono molti legami tossici che sono stati attaccati dentro di te, perché il narcisista possa estrarre la sua fornitura narcisistica.
La verità sulla fornitura narcisistica è non ha bisogno di essere fisica. Non c’è bisogno che questa persona ti veda di persona. Infatti, l’approvvigionamento narcisistico è psichico e parassitario. Se hai paura e dolore dentro di te, che il narcisista è stato in grado di attivare, allora lui o lei si sta nutrendo della tua energia emotiva.
Questo è ciò di cui vivono i narcisisti – la paura, il terrore e l’impotenza degli altri. È letteralmente la loro fonte di cibo, di energia.
La malizia del narcisista sta nell’attivare le cose che ti innescano e ti portano ad essere di nuovo rifornimento narcisistico. Il narcisista ti conosce intimamente, sa quali azioni funzionano su di te le accuse, le scuse, i cimeli, i sentimenti, l’appello al tuo lato compassionevole, il sostituirti, e anche l’ostruzionismo o l’ignorarti per lunghi periodi di tempo. Conosce le azioni che ti terranno emotivamente e psichicamente agganciati.
La gente mi chiede: “Cosa farà il narcisista dopo?” La mia risposta è: “Esattamente ciò che ti farà scattare emotivamente in modo negativo, o ti terrà in uno stato di ossessione”.
Sapere questo ti aiuterà. Perché si capisce che il piano di gioco del narcisista è quello di tenerti agganciato e incapace di disintossicarti.
Questo ti aiuta anche a disintossicarti!
Qualunque cosa venga innescata è proprio la cosa che puoi rivolgere verso l’interno per disintossicarti dentro di te, piuttosto che cadere nella malizia.
Questa è una chiave ENORME per la tua libertà e il tuo recupero!

Numero 4 – Fai in modo che tutto questo riguardi te

Disintossicarsi da un narcisista non è possibile quando si guarda all’esterno per cercare di capire o anticipare ciò che il narcisista sta o non sta facendo.
Sì, inizialmente, imparare sul narcisismo è utile per capire il fenomeno. Tuttavia, se si rimane bloccati all’infinito nello studio dei tratti narcisisti cercando di disintossicarsi, non si guarisce.
C’è solo un modo per disintossicarsi efficacemente da un narcisista; rivolgendosi verso l’interno per rendere la disintossicazione emotiva incentrata sull’incontro con la tua essenza e sulla tua guarigione.
Per farlo in modo efficace bisogna connettersi con i fattori scatenanti che sono scattati dentro di te a livello emotivo e che il narcisista ha attivato. Questo ti tiene legato al trauma ed è il modo in cui il narcisista è stato in grado di attaccarsi psichicamente a voi per succhiare la vostra energia vitale.
E’ impossibile impedire al narcisista di farlo, ma è possibile per te disintossicare queste parti di te, in modo da non essere più inconsciamente aggrappato all’altra estremità del bastone che ti tiene legato.
Allora finirà.
Riprendersi il proprio potere significa lasciare andare le narrazioni di “cosa mi è successo”, per rivolgersi verso l’interno con l’amor proprio, la devozione e il desiderio di guarire profondamente e di contattare la propria essenza, dicendo: “Quale parte di me richiede la mia guarigione e il mio sostegno per non essere mai più vulnerabile o infiltrata da persone come questa?”
Quello che scoprirai, facendo quel lavoro di recupero interiore dedicato, è che il narcisista svanisce sullo sfondo, i sintomi del vostro trauma iniziano a sciogliersi, e sarai entusiasta della tua evoluzione, dell’innalzamento del livello e dell’aumento di salute, potere, forza, ottimismo e capacità di ricostruire in modi potenziati e positivi.
Si dice che la migliore vendetta sia il successo.
Questo è inevitabile se fai in modo che questa esperienza sia tutta incentrata sulla tua guarigione, e sempre meno su di loro.

Numero 5 – Smettila di cedere il potere

Mentre procedi nella guarigione del tuo mondo interiore, diventa consapevoli di dove hai ceduto potere.
Continua a guarire e a responsabilizzarti, assicurati di non consegnare nessuna energia emotiva, continua a guarire tutte le parti interne che si stanno innescando in modo da rimanere calmo, chiaro e potente, e sii chiaro nella finalizzazione delle cose.
Sii calmo, chiaro, potente e integro – guarisci finché non diventi “anti-paura”. Questo ti mette nella tua posizione più potente.
Amerai anche i tuoi ritrovati e attivati confini in tutta la tua vita. Non ti limiterai più ad “assecondare per andare avanti” (ora sai quanto male va a finire!).
Questo è il momento di forgiare la tua verità e i tuoi valori e vivere allineati con essi e vedere come la tua vita si muoverò per sostenerti in modo sano.

Numero 6 – Disintossica la tua vita

I narcisisti sono tossici. E noi siamo più suscettibili a loro quando siamo tossici.
Sicuramente, dopo l’abuso narcisistico abbiamo ferite interiori non guarite e irrisolte che richiedono guarigione e disintossicazione. Ci sono anche altri aspetti della nostra vita che potremmo non aver capito essere malsani.
Cose come la dipendenza dal fumo, dall’alcol, dal cibo spazzatura, dal superlavoro, dall’abbuffarsi sui social media, dallo shopping, dal gioco d’azzardo o dalle droghe. Forse abbiamo evitato e abbandonato l’amore, il rispetto e la cura per noi stessi indulgendo in comportamenti tossici che possono darci un po’ di sollievo al momento, ma alla fine finiscono per creare più danni per noi stessi.
Forse siamo abituati a lamentarci, a giudicare gli altri e ad essere incredibilmente giusti con i modi in cui evidenziamo gli orrori del mondo. Naturalmente, questo è comprensibile, ma se continuiamo a coltivare le sostanze chimiche interne della tossicità, restiamo suscettibili alle persone tossiche.
Cominciamo a dire: “Non accetteremo mai un livello d’amore inferiore a quello che abbiamo per noi stessi”.
Abbandonare persone distruttive e dannose per la vita è un modo potente per alzare il livello della nostra autostima.

Numero 7 – Dai forza alla tua vita

La tua continua crescita interiore dà potere alla tua vita. I narcisisti sono incoscienti, credono sempre che la loro vita sia colpa di qualcun altro e rifiutano di assumersi qualsiasi responsabilità personale, di guarire, di imparare dai loro errori o di crescere.
I narcisisti si auto-evitano, si auto-abbandonano i loro trigger interiori, si auto-medicano con attenzioni e cose esterne, e non tornano mai a casa per guarire e diventare interi dentro se stessi.
Se non vi sforzate di essere auto-partecipi, auto-devoti e impegnati nel vostro sviluppo e crescita interiore, questo può lasciarvi sul cornicione dell’energia inconscia dove inconsapevolmente continuerete a cercare altre persone non integre per cercare di realizzarvi.
L’acqua cerca il proprio livello.
Questo non significa che siamo cattive persone, piuttosto significa che sono inconsapevoli della verità – “Io sono la fonte generativa della mia esperienza di vita, e SOLO io ho il potere di cambiare questo guarendo e cambiando me stesso”.
Quando ti impegni a cambiare e guarire te stesso dall’interno allora non sei più sulla traiettoria in cui un narcisista può prenderti e nutrirsi di te.
Piuttosto, sarai nel corpo, connesso alla tua intuizione, mostrandoti autenticamente e capace di stanare i narcisisti senza averne paura. Avrai anche capito che tutte le persone tossiche precedenti nella tua vita non hanno più potere su di te, infatti non potranno più manipolare i tuoi traumi e le tue paure non guarite.

8 modi per rafforzare e far rispettare i confini

0

Molte persone non capiscono i confini.

Sappiamo che le persone non possono entrare nelle nostre case, auto o conti bancari.

Perché non ci è stato insegnato questo rispetto alla nostra salute emotiva, mentale e spirituale? Per avere una vita equilibrata e serena, questi confini personali sono altrettanto importanti se non di più!

I confini riguardano il modo di far entrare il bene (dire SÌ a) e tenere fuori il male (dire NO a).

Oggi, voglio condividere con te 8 modi in cui puoi diventare un migliore “impositore di limiti”, in modo da poter evolvere nell’essere il guardiano della tua salute.

Sì, il lavoro sui confini influisce su tutto!

Numero 1: Identifica i tuoi valori

Voglio che tu capisca che non saprai a cosa dire “sì” e “no” se non decidi cosa è vero per te.

Un ottimo modo per stabilire i tuoi “no” e i tuoi “sì” è stabilire chiaramente i tuoi valori. I valori sono le “regole”, se volete, con cui vivete la vostra vita.

Dopo essere stati abusati narcisisticamente, o aver sofferto relazioni dolorose, un modo facile per stabilire i vostri valori è ricordare le cose che avete ricevuto nella vostra vita e che vi hanno ferito.

Questi sono i vostri “no”. Ora scrivi una lista del contrario, questi sono i tuoi “sì”.

Per esempio, “adulterio”, l’opposto è “monogamia”.

O “inganno”, l’opposto è “onestà”.

Prenditi tutto il tempo che ti serve per scrivere i tuoi “no” e i tuoi “sì” in modo che ti siano chiari.

Ora esaminiamo quello che fai riguardo ai confini con la tua lista.

Numero 2: Smetti di partecipare

Ti prego di comprendere queste parole che seguono, che sono tra le più vere mai pronunciate.

“Ciò a cui partecipi è ciò che otterrai”.

Se ti trovi in una situazione in cui ancora una volta stai vivendo con uno dei tuoi “no”, non sei congruenti con i tuoi valori. Ti stai dirigendo di nuovo verso la sofferenza.

Come si fa a correggere la rotta? Dichiarando che questa NON è la tua realtà e smettendo di partecipare.

Uscire dagli schemi del passato è doloroso e spaventoso, eppure porta a ricompense incredibili. Mentre si attraversano le fasi di transizione, è sufficiente continuare a lavorare per la propria guarigione e sviluppo interiore. Questo aiuta a rimanere forti, allineati e a sapere che al cento per cento, non importa come vadano le cose, si sta facendo la cosa giusta.

Numero 3: Le azioni, non le parole, sono vitali

Chiunque può dire qualsiasi cosa – Le parole costano poco. Non dare per scontato che qualcuno abbia la capacità di essere allineato con i tuoi valori perché lo dice, o perché tu lo speri.

Prenditi il tempo per conoscere le persone e valutare bene il loro carattere prima di firmare con il vostro cuore, corpo o beni.

Se in una relazione esprimi onestamente le tue esigenze di confine, e qualcuno ti dice che ti rispetterà ma le sue azioni non lo fanno, allora eccoti la risposta.

Se non ti sono chiare le azioni e le motivazioni, hai il diritto di indagare e fare domande.

Numero 4: Ascolta il tuo istinto

Le persone e le istituzioni possono mentire. I loro programmi potrebbero non avere a cuore i tuoi interessi.

Piuttosto che consegnare il tuo potere alla cieca fidandoti di fonti e persone di cui ti hanno insegnato a fidarti (o di cui vorresti fidarti), senti dentro di te cosa è vero o no. Se non sei sicuro, allora fai domande oneste e dirette – specialmente se ti senti a disagio.

Se si ottiene resistenza, vergogna e censura si sa che non si deve procedere. La credibilità ha sempre ZERO problemi con la trasparenza e l’indagine, e cercherà di presentare le verità con calma e onestà.

Tu sai – come lo so io, che ogni volta che ho ignorato il mio istinto e ho proceduto, ho pagato un prezzo terribile.

Assolutamente, le persone sane si alzano e dicono “No”.

Dopo l’abuso narcisistico dobbiamo smettere di “andare avanti” o doverosamente “mantenere la pace”. Questo è esattamente ciò che ci ha fatto finire nell’esaurimento e nella sofferenza in primo luogo.

Numero 5: Lavorare per dire “No”

Se non onori te stesso, non puoi onorare la vita o gli altri in modo sano e potenziante.

Se dici “sì” quando questo esaurisce gravemente la tua energia, allora sarai risentita verso gli altri.

Se dici “sì” quando qualcun altro dovrebbe fare le cose per sé stesso, lo terrai bloccato nella sua capacità di crescita e fiducia.

Se dici “sì”, e disintegri la tua identità interiore vivendo al di fuori dei tuoi valori, non potrai concedere la tua energia sana alla vita e agli altri. In effetti, potresti essere seriamente sminuito emotivamente e persino danneggiato o ferito in modo tossico, e quindi non essere disponibile per le persone e i progetti che ami.

Il tuo istinto non solo conosce la verità per te – lavora per il più alto bene di tutti gli interessati, anche se a breve termine alle persone o alle organizzazioni non piace il tuo “no”.

Il nostro vero sé AMA che noi diciamo “no” a ciò che non è la nostra verità.

Numero 6: Esprimi la tua verità

Questa è una verità fondamentale: le persone non possono rispettarti finché non rispetti te stesso. Attraverso i nostri limiti e i nostri valori alleniamo le persone a trattarci. Gli altri non sapranno dove sono o non sono i tuoi limiti e valori, a meno che tu non parli onestamente.

Ogni volta che ti “aspetti” che gli altri operino in un certo modo, stai cedendo il tuo potere. Questo ti rende una vittima che non si ritaglierà mai la vita che desidera vivere.

Parlare a voce alta non è facile! Potresti essere stato terrorizzato dal confronto, non volendo agitare le acque, o hai paura di ferire i sentimenti delle persone. Forse, in passato, ogni volta che hai provato a parlare sei stato invalidato o chiuso.

Lavorando alla tua guarigione interiore, determinato ad evolvere te stesso e le tue relazioni, ti prometto che se sei calmo, amorevole, onesto e diretto, le persone buone lo apprezzeranno, graviteranno verso di te e si faranno avanti per te, e le persone che hanno violato i tuoi confini non potranno più farlo e usciranno dalla tua vita.

Ciò che è anche stupendo è che riconoscerai che le persone non devono corrispondere ai tuoi valori, non devono cambiare. Hai solo bisogno di vivere allineato con la tua verità.

Numero 7: Dichiara i tuoi valori e la tua verità

Se dichiari ciò che è la TUA verità e ciò che TU desideri o di cui hai bisogno, allora non stai accusando nessuno o facendo vergognare.

E non stai cercando di dare lezioni, prescrivere o cambiare per renderti felice, sicuro e amato.

Stai affermando i tuoi valori e le tue verità riguardo al vivere una vita di onestà, decenza e amore.

“Questa è la mia verità e ciò che voglio/ho bisogno di avere in una relazione con te”.

Piuttosto che “Tu fai questo o fai quello …”

Questa persona può scegliere di unirsi a te in quel luogo oppure no. Gli state concedendo l’opportunità e la scelta, senza costringerla a fare nulla. Questo è il più alto livello di amore.

“Mi amo abbastanza da scegliere la mia verità, e ti amo abbastanza da permetterti di scegliere la tua”.

Indipendentemente dalla scelta di questa persona, tu arrivi a vivere la tua verità e ti stai ritagliando una vita potente in cui i “sì” si alzano per corrispondere ai tuoi valori, e se non si alzano, arriverà qualcun altro.

Avrai la tua risposta, anche se gli altri non capiscono la validità, la necessità o il significato del tuo confine.

Numero 8: Solo tu devi ottenere il tuo confine

Le persone hanno chiesto: “E se non ascoltano o non rispettano il mio confine?”

La mia risposta è – “Se lo chiedi, non stai ponendo un confine!”

Sappiate che solo VOI dovete capire il vostro confine. Il tuo confine è “questo è ciò che accetterò e questo è ciò che non accetterò”. Stai stabilendo il tuo “sì” e il tuo “no”.

Se una persona rifiuta di riconoscere o accettare il tuo confine (per qualsiasi motivo), allora piuttosto che cercare di forzarla, rimuoviti dalla sua energia (permanentemente se necessario) e poi accogli solo chi e cosa cerca di abbracciare e rispettare il tuo confine.

Ovviamente, ci sono alcune relazioni – come quelle con i nostri figli, o alcuni membri della famiglia – con i quali potremmo non voler arrivare ad avere Nessun Contatto. Puoi comunque rispettare i tuoi confini andandotene e stando lontano da queste persone, piuttosto che discutendo con loro quando oltrepassano i limiti che hai espresso.

O impareranno a fare un passo avanti per mantenerti nella loro vita, oppure no. Questa è una loro scelta, mentre tu continuerai a vivere allineata ai tuoi valori e verità.

Conclusione

Spero che questo abbia aiutato a spiegare i confini in modo succinto, demistificante e potenziante.

Nessuno ha detto che i confini sono facili! Ci vuole grinta, guarigione, sviluppo e abbracciare la paura di mostrarsi in un modo completamente nuovo.

La nostra parte bambina

0

Cosa succede quando la parte bambina soffre o si ferisce a un certo punto nell’infanzia e influenza le nostre azioni come uomini e donne adulti?
Spesso ha a che fare con quando abbiamo vissuto (o ri-viviamo) un’emozione molto dolorosa come senso di colpa, paura, separazione o vergogna.
Il bambino o la bambina interiore può essere ferita da ciò che ha segnato la sua infanzia e tende a trasportare i traumi del passato e a trasformarli in schemi o abitudini che segnano la vita adulta. Per stare bene, abbiamo bisogno di aiutarlo a guarire le sue ferite.
Per iniziare, creiamo un legame di amicizia in modo che possa fidarsi di noi E per questo, cerchiamo di offrire ciò di cui ha bisogno.
Se, ad esempio, la ferita è stata causata dal fatto che i genitori non erano affettuosi, trattiamo il/la piccolo/a con tutto l’amore del mondo. Se è perché sei stato ignorato, dimostra che è importante per te e dalle/dagli priorità. A poco a poco il bambino lascerà il suo nascondiglio e si fiderà di te … Parla pazientemente, esprimi il tuo dispiacere per la sua sofferenza e soprattutto mostrati disponibile ad aiutarlo. Chiedi come sta, come puoi farlo felice e comunica con il cuore che sei qui per sostenere la sua crescita.

Puoi proporre attività come una passeggiata, andare in spiaggia, giocare, dipingere o guardare un film. Anche scrivere spesso aiuta a rafforzare il rapporto con lui o lei
E trova modi per divertivi insieme, inventa storie e giochi da condividere.
Abbiamo bisogno della nostra parte piccola, della sua spontaneità, curiosità, creatività e voglia di vivere. E naturalmente l’adulto può dare al bambino l’incoraggiamento, il sostegno e l’amore senza condizioni di cui ha bisogno per crescere.